//questo serve per poter linkare ai popup aperti
Nessuno si aspetta l’Inquisizione – e nemmeno di vincere il concorso di Sadistique

Nessuno si aspetta l’Inquisizione – e nemmeno di vincere il concorso di Sadistique

Eccoli! Il tema dell’edizione di novembre di Sadistiqueil party BDSM che si tiene ogni mese a Milano dal 2005, era l’Inquisizione – e questa coppia molto mista di strega e confessore è quella che fra i soggetti fotografati lo ha interpretato meglio, mescolando elementi fetish, ironia e ottimi dettagli. Il loro premio sono due ingressi omaggio alla festa del 2 dicembre. …E voi vi siete preparati per vincere questo mese?

Ecco alcuni amici che avreste potuto incontrare al Sadistique del mese scorso

Ecco alcuni amici che avreste potuto incontrare al Sadistique del mese scorso

Capire come sia Sadistiquel’evento BDSM mensile di Milano, partendo dalle foto ufficiali è praticamente impossibile. Circondati da tutta l’azione, il divertimento, le MasterClass e le mostre, sono pochi i partecipanti che trovano il tempo di visitare il set fotografico per farsi ritrarre. Fra questi, solo una minima parte firma inoltre l’autorizzazione a pubblicare le foto sul sito – e in quest’ultimo gruppo scegliamo solo pochissime immagini.

Detto questo, ecco alcuni ospiti dell’edizione novembrina di Sadistique. I vincitori del concorso per il ritratto più a tema seguirà tra pochi giorni.

26IMG_8459

IMG_8622
IMG_8443

IMG_8178

IMG_8478

IMG_8349

IMG_8299

IMG_8282
IMG_8386
IMG_8395 IMG_8426
IMG_8173

IMG_8563

A Sadistique La Quarta Corda insegna racconta la parte più profonda del kinbaku

A Sadistique La Quarta Corda insegna racconta la parte più profonda del kinbaku

Avete imparato a usare le corde per fare bondage giapponese? Sapete come intrecciarle e dove mettere i nodi? Bravi! Adesso siete pronti per studiare il restante 90% dell’arte del kinbaku. Per esempio a Sadistique, il fantastico evento BDSM che si terrà domenica 2 dicembre a Milano. Insegnante d’eccezione della MasterClass di questo mese sarà La Quarta Corda, uno dei più preparati insegnanti italiani di shibari. La sua lezione, dalle 16 alle 17, sarà dedicata a Kakehiki e semenawa, due elementi chiave della sua filosofia.

Kakehiki è la strategia. Usare la forza non è la soluzione migliore nel bondage. A volte avere un buon kakehiki permette di far superare un limite al partner, di fare qualcosa senza che venga vissuto come una forzatura. La stessa strategia va impiegata quando vogliamo sperimentare il seme, cioè il tormento con il partner. Semenawa (‘corda punitiva’) non significa infatti solamente tortura. Indica anche scoprire quali siano i punti deboli, le paure, le emozioni che animano la persona legata, e spingerla a viverle in un contesto consensuale, intimo e controllato, per uscirne alla fine più forte e purificata. La chiave è che con le corde dobbiamo essere capaci di creare una relazione, qualcosa che vada oltre le sensazioni e le emozioni. Verranno inoltre trattati argomenti come kotobazeme (tortura con la parola), shuuchinawa (corda di vergogna), shikarizeme (tortura del rimprovero), e soprattutto il ma, ovvero ciò che dà senso a quello che facciamo con le corde.

La fumettista BDSM Radaaria espone a Sadistique

La fumettista BDSM Radaaria espone a Sadistique

Liberi dai limiti imposti dalla realtà, i fumetti BDSM possono essere un viaggio molto affascinante nelle fantasie erotiche più sfrenate – se sono fatti bene. Molto spesso accade infatti che autori dal tratto eccezionale non abbiano la minima idea di ciò che stanno disegnando… e l’effetto si vede. L’artista che esporrà al Sadistique del 2 dicembre a Milano, invece, conosce perfettamente la materia.

Radaaria è fumettista e illustratrice fetish fin dagli anni Novanta, ma anche uno dei pilastri della scena kinky italiana in quanto fondatrice di Legami, la più grande comunità online italiana dedicata all’eros estremo. Quando non disegna e non gestisce il sito si occupa inoltre di attivismo per le sessualità alternative – e infatti riuscire a far quadrare le date dell’evento con un suo giorno libero ha richiesto letteralmente anni. Questa volta però sarà finalmente presente per godersi la festa ed esporre le sue opere – compresa una nuova creazione realizzata appositamente per Sadistique.

A dicembre arriverà un Sadistique da fantascienza… vintage

A dicembre arriverà un Sadistique da fantascienza… vintage

Sadistique, il grande evento BDSM di Milano, propone come sapete un tema differente ogni mese. Si tratta di un gioco che si aggiunge al normale dress code: inventarsi un abbigliamento a tema è divertente, crea un’atmosfera più varia e… aumenta la possibilità di vincere due ingressi per il mese successivo se si sceglie di farsi ritrarre sull’apposito set fotografico. Questa volta però è successa una cosa strana.

Quando abbiamo annunciato che questo 2 dicembre il tema sarebbe stato Barbarella – Fantascienza rétrodiversi ospiti abituali sotto i trent’anni ci hanno guardato perplessi, confessando di non avere idea di cosa stessimo parlando. Rimediamo quindi subito: Barbarella era la protagonista dell’omonimo film degli anni ’60, tratto a sua vota da un famoso fumetto francese. Il suo look sexy e ironico diede origine al fenomeno della “moda spaziale” degli stilisti Paco Rabanne, Pierre Cardin e André Courréges. Insomma, l’ispirazione perfetta per divertirsi con un’idea di fetish vintage e bizzarra che unisce seduzione, simpatia e creatività.

Chiarito ogni dubbio, vi invitiamo a dare un’occhiata ai link qui sopra e alla gallery che abbiamo preparato come ispirazione… e poi tuffarvi negli armadi e nei mercatini vintage per stupire Sadistique con la vostra fantasia kinky!