//questo serve per poter linkare ai popup aperti

L’arte erotica può prendere infinite forme, come quella ironica ed elegante di Madame Dabi, cui verrà dedicata una mostra durante il party BDSM Sadistique il 3 febbraio, a Milano. Dietro questo pseudonimo si nasconde Amalia Russiello, giovane artista che costruisce ogni opera attorno a figure femminili indipendenti e con il pieno controllo della loro sessualità, anche quando scelgono un ruolo sottomesso. La grazia dei suoi pastelli ha catturato un pubblico prevalentemente di donne, che si riconoscono nel messaggio e si ritrovano nel boudoir virtuale di Madame. Non a caso è proprio la vezzosa Boudoir Art degli anni ’20 e ’30 a fornire la principale fonte d’ispirazione per scenari tanto garbati quanto eccitanti, in cui il corpo e i desideri delle donne vengono esaltati senza assurde vergogne. L’artista sarà presente per incontrare il pubblico, oltre che per presentare opere inedite sia in digitale che fisiche, per la gioia dei collezionisti più raffinati.